Umbria: un piccolo cuore per un grande viaggio

Itinerari Culturali - Castelli, rocche e borghi medioevali

Il piacere dell’armonia che lega spazi di verde e piccoli luoghi e centri d’arte  saldati da un tratto magico di continuità.

Castelli, rocche e borghi medioevali
Sfoglia  il verde..... e scopri  una fitta trama di luoghi d’arte , di storia , di cultura di grande suggestione. In tutto il territorio  castelli, borghi, rocche, fortilizi che conservano intatto nel tempo il loro aspetto. Il periodo comunale, seppure denso di contese, è stato per l’Umbria periodo di ricchezza sotto il profilo politico e sociale.   L’autonomia  di cui godevano le città ha favorito una forte libertà di azione che ha portato  allo sviluppo di ogni singola entità.  Le lotte espansionistiche hanno reso necessario il rafforzamento delle difese, con la costruzione di rocche, fortezze e castelli,  per il controllo del territorio. Troviamo ora così sparsi per le colline molti luoghi fortificati che sono stati protagonisti di vicende storiche talvolta anche molto significative per l’Umbria e per l’Italia intera. Un immenso patrimonio artistico e architettonico spesso sconosciuto ai più.

4 giorni 3 notti Itinerario di 4 giorni 3 notti 1° giorno: UMBERTIDE/MONTONE Arrivo ad Umbertide e visita alla Rocca, una delle più interessanti dell’Umbria, restaurata e riportata alle sue forme originali. Pranzo e proseguimento per Montone con visita dell’antico  ed immutato borgo medievale patria del condottiero Braccio Fortebraccio. Visita alla Rocca d’Aries  di forma rettangolare e con torre circolare con  funzioni di difesa ed abitative. Proseguimento per il  Castello di Civitella Ranieri, bella fortificazione con merli e torrioni immersa nel verde di un bellissimo bosco. Trasferimento ad Assisi per la cena ed il pernottamento. 2° giorno: ASSISI/TORDANDREA/CASTELNUOVO/TORDIBETTO/STERPETO/ROCCA S. ANGELO/S. GREGORIO Prima colazione e visita della Rocca Maggiore riedificata dall’Albornoz. Proseguimento per la visita agli antichi castrum che sorgono nei dintorni. Trasferimento al Castello di S. Gregorio e pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita del castello, bel borgo rurale risalente al tardo medioevo, con una cinta muraria a scopo difensivo ed un tempo   dotato di ponte levatoio. Tutt’ora è possibile ammirare la struttura originaria fatta di pietra arenaria, ciottoli di fiume e cotto. Rientro  per la cena ed il pernottamento. 3° giorno:CASTEL RITALDI/PISSIGNANO/NARNI Prima colazione e partenza  per Castel  Ritaldi con visita a Castel San Giovanni.  Costruito dal cardinale Egidio Albornoz è a pianta quadrata ed è esempio di fortificazione del ‘300 con torri angolari a sezione circolare. Il castello, ottimamente conservato mostra ancora  anche i resti dell'antico ponte levatoio che conduce alla torre d'ingresso  molto alta e merlata alla guelfa. Proseguimento per  il Castello di Pissignano. Il piccolo borgo fortificato ha un fascino unico per essere un tipico castello di pendio ad impianto triangolare;  esso conserva ancora intatto il perimetro delle sue mura intercalato da possenti torri poligonali e da due torri-porta. Trasferimente a Narni, bel centro medioevale su cui svetta l’antica Rocca. Visita alla Rocca Albornoziana che tra gli ulivi a dominio della valle del Nera, dall’alto domina la città e che fu costruita da Federico Barbarossa sui resti di un antico insediamento militare. La fortezza, a forma di quadrilatero, presenta quattro torri angolari quadrate e il mastio, più alto e possente, formato dall'unione di due torri. Circondata da un fossato e da una doppia cinta muraria ospita internamente una cappella e una cisterna in travertino che si apre sul cortile. Visita poi di Narni Sotterranea, un percorso che attraverso stretti cunicoli porta  alla scoperta dell’antico complesso conventuale di San Domenico e della Chiesa Ipogea, nonché di una cella utilizzata al tempo dell’inquisizione. Cena e pernottamento a Narni. 4° giorno: ALVIANO/CASTELLO DELLA SALA/FlCULLE/FABRO/PACIANO Prima colazione e partenza per Alviano per visitare il Castello medioevale Doria Pamphili (XV secolo), con un ampio cortile e una cappella con affreschi del XVII secolo. Proseguimento per  Ficulle e visita al Castello della Sala di proprietà della famiglia Antinori oggi nota in Italia e nel mondo per la produzione del vino di alta qualità. Si tratta di una delle più belle fortezze medievali di tutta Italia. Sorge su un promontorio tufaceo ed è circondata da antiche cittadine etrusche collinari a metà strada tra il fiume Peglia e la vetta del Monte Nibbio.  Pranzo.  Si prosegue  verso Fabro anticamente nota con il nome di Castrum Fabri. L’antico castello dell’XI secolo, con un severo e imponente torrione, è quasi completamente integro e sono ancora ben visibili gli antichi camminamenti e le mura di cinta. Trasferimento a Paciano borgo fortificato risalente al XIV secolo. Le mura di cinta presentano tre porte di accesso alla cittadina ciascuna affiancata da due torri. Rientro.

Panicale - La terrazza dell'Umbria
Alla scoperta di uno dei "Borghi più belli d'Italia"

3 giorni / 2 notti

1°GIORNO Arrivo nel primo pomeriggio a Panicale, piccolo borgo dell'Umbria inserito nei “Borghi più belli d'Italia”. Sistemazione in agriturismo. Visita guidata del centro storico di Panicale per immergersi subito nella storia e cultura del paese ammirando scorci panoramici impensabili. La visita toccherà i monumenti più rappresentativi: il Museo del Tulle, la Chiesa di San Sebastiano dove si potrà trovare un dipinto del Perugino, il museo della Madonna della Sbarra, la collegiata di San Michele Arcangelo. Rientro in agriturismo, cena e pernottamento.2°GIORNO Trasferimento a Castiglione del Lago, piccola città costruita su un promontorio di roccia calcarea che si affaccia direttamente sulle sponde orientali del Lago Trasimeno. Visita guidata della città partendo al Palazzo castiglionese dei della Corgna. Pranzo in ristorante. Pomeriggio libero per una passeggiata sulle rive del lago Trasimeno. (possibilità di visita ad una azienda agraria per conoscere i prodotti tipici del territorio). Rientro in agriturismo, cena e pernottamento.3°GIORNO Colazione. Trasferimento a Città della Pieve. Visita guidata della città che rappresenta un crocevia naturale fra la Toscana, l'Umbria e il Lazio. Di particolare importanza è Palazzo della Corgna la più rilevante tra le dimore signorili di Città della Pieve. Inoltre la città è riconosciuta per la produzione e la tutela dello zafferano. Pranzo in ristorante.

Prenota o richiedi informazioni